9788882440930

Canne al vento

L’arrivo in Sardegna del giovane Giacinto porta nella vita delle sue zie Ruth, Ester e Noemi – eredi di un’antica e nobile famiglia barbaricina ormai prossima alla rovina economica – una sconvolgente ventata di novitа. Il ragazzo è il figlio di Lia, l’unica delle sorelle Pintor capace di ribellarsi alla tirannica autoritа di don Zame, il padre (principale responsabile del dissesto economico della casa), per fuggire in continente e sposare un commerciante. Le tre dame e il loro vecchio servo Efix sperano che Giacinto possa riportare il nome dei Pintor agli antichi splendori. In realtа, Giacinto presto delude le speranze che erano state riposte in lui, e si comporta in maniera tale da dare la sensazione di essere venuto solo per portare in seno alla famiglia i germi della definitiva dissoluzione: non solo, infatti, accumulando debiti di gioco, rischia di dare il definitivo colpo di grazia alle finanze dei Pintor, ma giunge anche a far nascere involontariamente in Noemi, la piщ giovane delle sorelle, un folle e inaudito amore incestuoso. Toccherа a Efix, il vero eroe del romanzo, il tentativo di riportare ordine dove c’è caos, facendosi carico delle disgrazie delle sue padrone e accettando di espiare una sua antica, inconfessabile colpa, che sente gravare come un macigno sul destino della casata. Libro di passioni e di fantasmi, Canne al vento, pubblicato per la prima volta nel 1913, и considerato il romanzo piщ rappresentativo di Grazia Deledda.

Preceduto da una sintetica ma esauriente presentazione dell’autrice e della sua opera, il testo и corredato da schede che fungono da supporto alla comprensione e all’analisi del testo nelle sue componenti contenutistiche, linguistiche e narratologiche. Completa l’apparato una Carta d’identitа del romanzo.

Autore: Grazia Deledda

Formato: Brossura, 15 x 21 cm

Pagine: 240

Editore:

3 items left

Cerca